Votami

siti

Lettori fissi

venerdì 28 marzo 2014

L'ORA LEGALE RITORNA IL 30 MARZO, OROLOGI AVANTI DI UN'ORA

L'ORA LEGALE RITORNA IL 30 MARZO, OROLOGI AVANTI 

DI UN'ORA



Cambio orario 2014: manca poco alla consueta operazione del cambio d’orario. Sul finire del mese di Marzo 2014, torneremo di fatti all’ ora legale, sostituita a partire dal 27 Ottobre 2014 dall’ora solare, attualmente in vigore. Il passaggio d’orario avverrà precisamente la notte fra Sabato 29 e Domenica 30 Marzo 2014: si dovranno spostare di fatti le lancette degli orologi un’ora avanti. Per convenzione, si consiglia spostare la lancetta alle 2 di notte, portandola quindi alle 3.00. Questo per limitare i disagi ai trasporti e in genere alle attività lavorative, dal momento che l’operazione di giorno creerebbe sicuramente maggiori complicanze.



Secondo gli esperti, lo slittamento d’orario in avanti, può provocare qualche alterazione nel nostro equilibrio, a livello di bioritmo, e potrebbero volerci 24-48 ore per abituarsi effettivamente al cambio dell’ora (dormiremo un’ora in meno spostando le lancette avanti di un’ora). E’ un dato di fatto però che potremo beneficiare di maggiore luminosità: il giorno sarà “piu’ lungo” e questo giova alle attività all’aperto. Notevole anche il risparmio energetico: lo scopo dell’ora legale, storicamente, è proprio quello di consentire un risparmio energetico grazie al minore utilizzo dell’illuminazione elettrica. L’ora legale non può ovviamente aumentare le ore di luce disponibili, ma solo indurre un maggior sfruttamento delle ore di luce che sono solitamente “sprecate” a causa delle abitudini di orario.


Terna, la società responsabile in Italia della gestione dei flussi di energia elettrica sulla rete ad alta tensione, ha stimato che tra il 2004 ed il 2007 l’adozione dell’ora legale ha consentito un risparmio di oltre 2,5 miliardi di kilowattora, per un controvalore di 300 milioni di euro. Il risparmio per il solo 2007 è stato di 645,2 milioni di kilowattora[senza fonte], mentre per il periodo compreso tra il 2004 ed il 2012 ha permesso un risparmio di oltre 6 miliardi di kilowattora con una minore spesa pari a novecento milioni di euro. Nei paesi dell’Unione europea l’ora legale inizia l’ultima domenica di Marzo e termina l’ultima domenica di Ottobre. Alle stesse convenzioni si attiene la Svizzera. Solitamente quando l’orario coincide con quello del fuso orario di riferimento esso prende in Italia il nome di «ora solare» o «ora civile convenzionale». In alcuni paesi l’ora solare è di fatto sospesa, e si adotta l’ora legale per tutto l’anno.